Abilita' tecnica, cultura liutaria e musicale, ricerca, sono queste le principali qualita' che caratterizzano il lavoro del Maestro Primo Pistoni, qualita' che gli hanno permesso di ottenere durante la sua pluriennale carriera numerosi consensi e premi. Nel recente passato abbiamo avuto il piacere di "testare" due suoi strumenti: un violoncello datato 1992 ed una viola del 2006. Questi appuntamenti sono stati particolarmente interessanti poiche' in entrambe le occasioni si e' creato un ottimo feeling tra il costruttore e i musicisti Fausto Solci ( violoncello ) e Wim Janssen ( viola ). In questa nuova registrazione ci apprestiamo a descrivere le caratteristiche acustiche di un violino realizzato dallo stesso Maestro cremonese nel 2006. Pistoni si e' ispirato al modello stradivariano del 1716 "Medici". Come di consueto la scelta del legno e' stata accurata: l'abete rosso maschio dolomitico della tavola armonica ha una venatura regolare di media larghezza, il fondo in un pezzo di acero dei Balcani con fasce e testa dello stesso tronco ha una marezzatura discendente da destra verso sinistra, gli zocchetti sono in salice, il filetto e' in acero sia il bianco che il nero, la vernice che Primo realizza e' a base alcoolica e olii essenziali. Abbiamo effettuato la registrazione in un ambiente equilibrato dal punto di vista acustico, il brano eseguito dalla talentuosa musicista Lena Yokoyama e' la Sonata n. 1 in sol minore BWV 1001 di J.S. Bach. Lena e' una professionista seria e meticolosa, queste doti unite all'abilita' tecnica ed interpretativa le stanno permettendo di vivere intensamente la propria professione. La giovane musicista giapponese e' infatti impegnata in duo con il pianista Diego Maccagnola, in trio ( trio Kanon )con lo stesso Maccagnola ed il violoncellista Alessandro Copia, con i quali ha raggiunto la finale al concorso "The Chesapeake Chamber Music Competition" negli Stati Uniti dove avra' l'opportunita' di suonare, oltre che all'attivita' solistica. Il violino del Maestro Pistoni ha dimostrato dalle prime note in modo netto il proprio carattere mettendo in evidenza qualita' acustiche di altissimo livello. Lo strumento e' ricco di armonici ed e' gia' aperto, risponde cioe' molto bene all'intenzione dell'esecutore, ha una grande varieta' di sfumature, e' molto potente ed e' comodo da suonare. Il violino e' versatile ed ha dimostrato spiccate attitudini ad eseguire il repertorio solistico. Queste sono state le considerazioni della musicista che lo ha utilizzato con piacere. Ecco il SUONO: