Continua la nostra rassegna dedicata al SUONO degli strumenti di liuteria ad arco e a pizzico con una viola realizzata dal Maestro liutaio Philippe Devanneaux nel 2004. Devanneaux si dedica alla costruzione e al restauro di strumenti da circa trent'anni, sedici dei quali trascorsi nella sua attuale bottega in via Sicardo a Cremona. In questo lungo periodo di tempo Philippe ha sviluppato una notevole esperienza, ama costruire strumenti nuovi personalizzando i modelli originali, non realizza copie, saltuariamente utlizza vernice antichizzata. Nei mesi scorsi abbiamo gia' avuto l'opportunita' di "testare" una sua viola, lo strumento suonato dal Maestro Wim Janssen aveva caratteristiche costruttive particolarmente indovinate. Si trattava di una viola modello Gasparo da Salo' con fasce piu' alte e con il fondo in noce Tanganica a lungo stagionato. Il suono dello strumento era straordinariamente reattivo e ricco di armonici con un timbro tendente al "chiaro". In questa nuova prova acustica Wim Janssen ha suonato una viola realizzata dallo stesso Devanneaux nel 2004 dalle caratteristiche tecniche piu' tradizionali. Si tratta infatti di un modello A. Stradivari di 40 cm realizzato in abete ( tavola armonica ) ed acero ( fondo, fasce e testa ). Lo strumento e' stato suonato con discreta regolarita' in questi nove anni ed ha sviluppato un suono di buon livello. La registrazione e' avvenuta nella sala della musica del Maestro olandese in una serata molto umida. Janssen ha scaldato lo strumento per circa 15 minuti ed ha suonato 4 brani di Bach sollecitando tutte le corde. Durante la registrazione e' emerso il carattere della viola giudicata dallo stesso Wim: facile da suonare e nonostante le dimensioni contenute buona sia dal punto di vista dinamico che a livello di potenza, con un timbro privo di sfumature "nasali". Come sempre la registrazione testimonia solo in parte quanto scritto, il mio invito e' di andare a provare lo strumento nella bottega di Philippe in via Sicardo n. 12 a Cremona.